Star Trek: ultimo episodio di Discovery fa un punto rara su stupro sopravvissuti di sesso maschile

E 'passato molto tempo da quando un programma televisivo Star Trek sembrava che stava realmente accadendo dove nessuno era mai giunto prima - o anche per relativamente raramente visitato luoghi. Anche se la serie originale 1966 ha osato caratterizzato da un bacio interrazziale, il franchising nel suo complesso perso il treno sulla rappresentanza LGBT fino a quando era già mainstream. E tra Star Trek: Enterprise e le pellicole di riavvio, la serie Trek ha trascorso gli ultimi dieci anni flailing giro ricostruiti poco brillanti dei propri tropi.

Ma nel novembre episodio 12 “Into the Forest I Go” Star Trek: Discovery esplorato un argomento che alcuni spettacoli tradizionali hanno avuto il coraggio di affrontare significato: lo stupro e l'abuso sessuale degli uomini. Il soggetto è ancora più importante in mezzo alla conversazione in corso sulla violenza sessuale, ispirata da una valanga di accuse nel settore dello spettacolo, che sono ancora rotolando fuori ad un passo febbrile.

La maggior parte di queste accuse sono state fatte da donne contro gli uomini potenti, ma Star Trek: Discovery attore Anthony Rapp è un promemoria che le donne non sono le uniche vittime di predatori sessuali. Rapp, che interpreta l'ufficiale scientifico tenente Paul Stamets, l'attore recentemente accusato Kevin Spacey, 12 anni più anziana di lui, di tentare di sessualmente aggredirlo quando aveva solo 14. Le accuse di come Rose McGowan contro Harvey Weinstein, la storia di Rapp partì una cascata di segnalazioni da più di una dozzina di altri uomini che dicono Spacey li aggrediti, che ha portato a Netflix legami con il castello di carte stella e Ridley Scott sostituzione Spacey in un film completato il taglio. Le accuse possono anche tradursi in accuse penali per Spacey.

Come la nostra cultura è alle prese con la natura endemica di abuso sessuale, non possiamo ignorare gli assalti vissute da uomini, o il modo in cui sono spesso messe a tacere da stigmi e miti: che essere violentata è castrante e significa debolezza; che è impossibile per le donne per i ragazzi di stupro o uomini; o che gli uomini non sono traumatizzati dagli indesiderati come-ons da donne, perché sono sempre ansiosi per il sesso.

Il bambino del manifesto inaspettato per questa conversazione in Star Trek: Discovery è il capo della nave di sicurezza, tenente Ash Tyler (Shazad Latif). Tyler è la prima volta nell'episodio “Choose Your Pain” dove condivide una cella in una prigione Klingon con il capitano catturato Lorca (Jason Isaacs). Quando Tyler rivela che lui è stato tenuto prigioniero per più di sette mesi, Lorca è incredula. Nessuno sopravvive Klingon torture che a lungo, lui insiste. Tyler fa una pausa. “Il capitano di questa nave - ha preso in simpatia per me,” dice. L'espressione di Lorca stringe; lui sa cosa significa.

Come molti sopravvissuti prima di lui, Tyler scopre che la fuga dal suo aggressore non è facile - fisicamente o psicologicamente. Durante la pausa della prigione inevitabile, mentre cerca di zoppicare alla nave di fuga, il Klingon capitano L'Rell sembra bloccare la sua strada. “Hai davvero che mi potrebbe lasciare?” Sibila, si profila davanti a lui. “Dopo tutto quello che abbiamo passato?” Lui è alle prese con il suo, pugni di lei con una furia selvaggia, e fa la sua via d'uscita, chiaramente scosso.

In televisione, trauma personale ha un modo di scomparire alla fine di un episodio, una volta che il dramma immediata e impatto emotivo è passato. Ma con il mid-season finale “Into the Forest I Go,” Discovery ha riconosciuto la brutta realtà che è raramente facile andare avanti dopo la violenza sessuale. Anche se Tyler sembra prosperare nella sua nuova vita su Discovery, e il suo ruolo di capo della sicurezza, anche a partire una storia d'amore con Michael Burnham (Sonequa Martin-Green), le sue cicatrici persistono sotto la superficie affabile.

“Hai messo su una facciata, come tutto ciò che accade a voi solo lava via”, gli dice Burnham. Ma l'impatto duraturo delle ferite entrano in gioco quando Tyler travi furtivamente ad un Klingon di punta per una missione, e si trova faccia a faccia ancora una volta con la donna che ha violentato e torturato. Questa volta, la sua reazione è ancora più profondo. Nonostante tutto la sua formazione battaglia, si blocca, in grado di sparare la sua arma, e si perde in una serie di flashback terrificanti.

Più tardi, dice Burnham che il suo ex rapitore è “la ragione che ho avuto incubi ogni notte da capitano Lorca e sono fuggito la sua nave.” La sua voce comincia a rompere. “E 'anche l'unica ragione per cui sono ancora vivo. Duecento e ventisette giorni. Ma ci sono voluti solo uno per rendersi conto che non avevo intenzione di farlo uscire vivo. . A meno che non ho fatto una scelta”Tale scelta è familiare a molti sopravvissuti di abusi: resistere e la violenza faccia o di morte, o di cooperare con un violentatore e cercare di uscirne vivo.

“Ho incoraggiato”, ha detto, le lacrime agli occhi. “I suoi affetti malati, la sua ossessione per me, perché se non ho avuto, sarei morto come tutti gli altri. E sono uscito. Riesco a continuare a vivere la mia vita.”Anche se non sembra vergognarsi, di per sé, ha chiaramente ossessionato dalla sua decisione, e dalle violazioni ha dovuto soffrire per salvare se stesso.

E 'indiscutibilmente forte, coraggioso, e addestrati a difendersi ad un livello di élite. Eppure tutto questo non lo ha salvato dalla violenza sessuale.

Ciò che rende questa scena ancor più significativo è come si discosta da raffigurazioni storiche di vittime di stupro; Tyler è non solo un uomo, ma un soldato altamente qualificato, in grado di uccidere più guerrieri Klingon nel combattimento corpo a corpo. In una simulazione di addestramento battaglia con Lorca, lui tira fuori 36 nemici con precisione tattico. E 'indiscutibilmente forte, coraggioso, e addestrati a difendersi ad un livello di élite. Eppure tutto questo non lo ha salvato dalla violenza sessuale. Di fronte a una situazione in cui qualcuno ha avuto un enorme potere su di lui e ha deciso di prede su di lui, ha fatto quello che doveva fare per uscirne vivo.

Si tratta di una controreplica appuntito per i tutti i quarterbacks Lunedi mattina stupro sopravvissuti che chiedono perché non hanno combattere contro i loro aggressori, o non lottare di più, anche di fronte a ripercussioni terribili. Alcune persone chiaramente trovare conforto nella raccolta a parte le storie di stupro superstiti, cercando di trovare l ' ‘errore’. Lo stupro è meno spaventoso per alcune persone se possono convincersi che succede solo quando le persone fanno decisioni sbagliate, o ‘meritano’ in qualche modo. La storia di Tyler è stato progettato intorno ad un più rivelatrice, la verità spaventosa: l'unica cosa che nessuno di noi al sicuro da molestie e abusi è il nostro potere relativo in una situazione. E che possono essere rimossi lontano da ciascuno di noi, indipendentemente dal sesso, da un predatore, con l'inclinazione e di opportunità.

Grazie al coraggio di Terry Crews, l'attore ed ex giocatore di calcio più conosciuto come l'appassionato di sergente Terry Jeffords su Brooklyn nove-nove, abbiamo un vivido, esempio di vita reale per disegnare su pure. Il mese scorso, Crews affermato che un dirigente di Hollywood maschio tentare i genitali ad un evento nel 2016. Anche se Crews è sei-piede-tre, 245 chili, e conosciuto per il suo fisico muscoloso, lui non se la sentiva di combattere: “Sono non ha voluto [da] ostracismo -. par [per] il corso, quando il predatore ha il potere influenza [e]”

A differenza delle esperienze Rapp ed equipaggi descrivono - e quello Discovery raffigura - l'assalto sessuale degli uomini è spesso giocato come uno scherzo in media, dove la battuta finale è che l'uomo, probabilmente voluto, o almeno non gli importava più di tanto. Anche Star Trek per sé non è sempre stato immune da questo mito perniciosa. In “First Contact”, una Star Trek 1991: The Next Generation, il comandante Riker è imprigionato in un ospedale su un pianeta alieno, circondato da una popolazione xenofoba che sta per girare su di lui, e forse ucciderlo. Ha avvicinato da un alieno femminile occhialuto che si offre di aiutarlo a fuggire, ma solo se si fa sesso con lei.

“Ho sempre voluto fare l'amore con un alieno. Non è chiedere troppo “, ha wheedles, afferrando la mano mentre si tira indietro. Quando cerca di scuse per estrarre se stesso dalla situazione - lui è di fretta, la loro biologia potrebbe essere incompatibile - lei continua a premere, rifiutando di accettare un no come risposta. “E 'il tuo unico modo per uscire da qui”, conclude.

ultimatum coercitiva della donna deve inviare un brivido lungo la schiena di qualcuno, ma invece, è messo in scena come un po 'minore della commedia, e Riker rotea gli occhi e fa un “Oh, be'” espressione prima di andare con esso. Riker è, dopo tutto, un donnaiolo noto, ed è implicito che non gli dispiace affatto. Questo è solo un divertente speed bump in rotta per la sua fuga, piuttosto che un grave episodio di abuso sessuale. (Uomo-on-maschio stupro è spesso trattata con leggerezza simile, quindi la prevalenza di umorismo “non far cadere il sapone”.) Lo spettacolo tagli alla donna aiutare la sua fuga, presumibilmente dopo l'estrazione di qualsiasi atti sessuali che desiderava. Non è mai discusso di nuovo.

Come Tyler, Riker sta cercando di rimanere in vita in una situazione potenzialmente fatale. Come Tyler, è costretto al commercio del sesso per la sopravvivenza. Ma l'implicazione è che la sua libido è così onnivora che non ha confini per violare, e che anche il sesso più coercitiva e il controllo è ancora un piccolo inconveniente al massimo. Questa scena è giocato per la commedia, ma è disgustoso - non solo per la sua terribilità intrinseca, ma anche per il messaggio che invia ai sopravvissuti di sesso maschile che è stato detto che i loro attacchi sono risibili, difficilmente da considerare a tutti gli assalti.

Bravo a Star Trek: Discovery per riconoscere ciò che gli uomini come Rapp e gli equipaggi già conoscono, e che il resto di noi ha un imperativo morale di riconoscere: l'abuso sessuale può capitare a chiunque, anche forti, uomini eroici; che non è colpa loro, e forse più importante, che non sono soli.