Microsoft fa causa governo degli Stati Uniti nel corso ricerche di dati nuvola ‘incostituzionale’

Una società di tecnologia maggiore e il governo degli Stati Uniti sono in contrasto, ancora una volta. Microsoft ha presentato una querela contro il Dipartimento di Giustizia, sostenendo che si tratta di "anticostituzionale" per costringere l'azienda a rimanere in silenzio e non informare i clienti quando i loro dati nuvola è stata cercata e ispezionati dalle autorità. "Microsoft porta questo caso perché i suoi clienti hanno il diritto di sapere quando il governo ottiene un mandato di leggere i loro messaggi di posta elettronica, e perché Microsoft ha il diritto di dire loro," la denuncia, depositata oggi in un tribunale distrettuale di Washington.

"Come i clienti di Microsoft Store sempre più le loro informazioni più private e sensibili nel cloud, il governo cerca sempre più (e ottiene) gli ordini di segretezza." Nel 2013, l'azienda è venuto fuori con forza contro il governo in seguito alle rivelazioni Snowden di sorveglianza di massa, anche se la stessa Microsoft ha in acqua calda tramite e-mail snooping due anni fa.

Nella denuncia di oggi, Microsoft dice che la sezione 2705 (b), della Electronic Communications Privacy Act "spazza troppo ampia" e dà semplicemente il governo troppo potere a conati di vomito società in quanto persegue indagini e presunte attività criminali. E in effetti, i numeri sembrano piuttosto sorprendente. "Nel corso degli ultimi 18 mesi, le corti federali hanno emesso quasi 2.600 ordini di segretezza, tacere Microsoft dal parlare warrant e altri procedimenti legali in cerca di dati dei clienti di Microsoft.

"I clienti hanno il diritto di sapere quando il governo ottiene un mandato di leggere i loro messaggi di posta elettronica, e Microsoft ha il diritto di dire loro."

Forse ancora più preoccupante è che più di due terzi di quegli ordini "conteneva nessuna data estremità fissa," nel peggiore dei casi rendendoli permanenti, e nella migliore delle ipotesi dando Microsoft un'idea chiara di quando può essere trasparente con i clienti interessati. In tutto, tra il settembre 2014 e il mese scorso Microsoft ha ricevuto 5.624 richieste di clienti "informazioni o dati" da parte del governo federale. Ecco direttamente dal deposito:

La stragrande maggioranza di questi ordini di segretezza relative ai conti di consumo e prevenire Microsoft da raccontare individui affetti circa l'intrusione del governo nelle loro affari personali; altri impediscono Microsoft dal raccontare i clienti business che il governo ha cercato e sequestrato le email dei singoli dipendenti del cliente.

La società ammette che ci possono essere "circostanze eccezionali" dove il blocco delle chiamate fornitori di cloud da notificare agli utenti sulle ricerche è giustificato - ma Microsoft insiste che deve essere temporaneo. Altri articoli di archiviazione di Microsoft:

Ai sensi dello Statuto, la valutazione delle conseguenze negative non deve essere basata sui fatti specifici delle indagini, e la valutazione viene effettuata solo al momento che il governo si applica per l'ordine segreto, senza alcun obbligo per il governo di giustificare in seguito restrizioni CONTINUA A discorso, anche se le circostanze cambiano, perché, per esempio, l'indagine è chiusa o il soggetto viene a conoscenza di esso con altri mezzi.

Microsoft vuole la corte a "dichiarare che la sezione 2705 (b) è incostituzionale sulla sua faccia," una sentenza che potrebbe spostare drasticamente il potere tra le aziende tecnologiche che detengono i nostri dati personali e le autorità che richiedono l'accesso ad essa. Questa ultima battaglia pubblica segue una faccia di alto profilo off tra l'FBI e Apple su dove tracciare la linea sulle richieste del governo di entrare iPhone crittografati.

Microsoft corte archiviazione