MIT ricercatori possono aver trovato un sostituto per processori silicone con nuovo transistor

Ricercatori provenienti da Microsystems Technology Laboratories del MIT sostengono di aver creato il più piccolo transistor ad essere realizzata in un materiale diverso da silicio. Il transistore è realizzato arseniuro di indio gallio, un materiale già utilizzato nelle tecnologie a fibre ottiche e radar, e uno spessore di soli 22 nanometri - la dimensione di circa nove filamenti di DNA umano. Poiché questo è lo stesso tipo di transistore tipicamente impiegati nei microprocessori, potrebbe significare più densamente - e prestazioni conseguenti maggiori - trucioli.

I ricercatori sperano di aver trovato un'alternativa al silicio, la velocità e la cui efficacia diminuisce sulle estremamente piccole scale, minacciando i progressi in avanti previsto dalla Legge di Moore. Co-sviluppatore e professore del MIT Jesús del Alamo sostiene che questo sviluppo "promette di portare la legge di Moore oltre la portata del silicio." MIT News segnala che il prossimo passo dei ricercatori è quello di migliorare le prestazioni elettriche del transistor e la velocità generale. Se riescono a raggiungere tale obiettivo, il team intende tentare di ridurre il dispositivo ancora di più, puntando più piccolo di dieci nanometri.

gruppo di ricerca del MIT presenterà le loro scoperte questa settimana al dispositivi Internazionale Electron incontro a San Franciso fianco dei ricercatori della Purdue e di Harvard università che hanno creato un transistor albero di Natale a forma utilizzando lo stesso materiale. La forma Stacked unica, Purdue professore Peide Ye dice, porta a una più attuale e più veloce. Purdue ricercatori si aspettano di ridurre il loro transistor a 14 nanometri entro il 2015, e dieci nanometri entro il 2018.