A 2000 anni vecchio computer chiamato il meccanismo di Antikythera ha aiutato gli antichi greci capire il loro universo

più antichi conosciuti laico computer al mondo sommerso per più di 2.000 anni al largo della costa infida dell'isola greca di Antikythera. Sotto il peso dell'acqua, la sabbia, e la nave naufragata che una volta portava, ingranaggi in bronzo antico del computer astronomico e parti meccaniche lentamente deformato e arrugginito.

A cavallo del 20 ° secolo, un gruppo di pescatori è accaduto sul relitto e dei suoi tesori in decomposizione durante l'immersione dopo le loro cene. Uno dei pescatori nuotato di nuovo ai suoi compagni stringendo un braccio in bronzo - il primo ritrovamento dal relitto di Antikythera a riaffiorare.

Due anni dopo, nel 1902, Spirydon Stais visitato il museo che ospitava i tesori dal naufragio. Stais, un politico greco, aveva orchestrato scavo subacqueo della nave. Nel bel mezzo delle monete, sculture e ceramiche, un grumo verde arrugginito del metallo attirò la sua attenzione. Era un pezzo dell'antica computer, che divenne noto come il meccanismo di Antikythera.

Oggi Google Doodle celebra l'anniversario 115 anni della scoperta Stais’ - anche se potrebbe essere più preciso di riservare alla celebrazione per il 18 maggio, o anche la fine del mese, NYU professor Alexander Jones ha detto The Verge in un'e-mail. Questo perché gli studiosi hanno identificato la data a partire dalla resoconti dei giornali contemporanei che annunciano il ritrovamento era avvenuto “Sabato scorso”. Ma, Jones dice: “[In] 1902 la Grecia è stata ancora utilizzando il calendario giuliano, e così il Sabato precedente era il 18 ° Julian, o in il resto del mondo 31 maggio secondo il calendario gregoriano.”

Negli ultimi decenni, gli scienziati hanno usato i raggi X e TAC di guardare dentro il meccanismo di Antikythera e ricostruire ciò che probabilmente sembrava quando fu fatta, a volte tra il 200 e il 70 aC.

Ora sappiamo che il dispositivo di clock di dimensioni conteneva una collezione elaborato di circa 30 ad incastro, filatura ingranaggi che quadranti controllate monitoraggio del Sole, la Luna, le eclissi, pianeti, e la pianificazione per le Olimpiadi. Girando la manovella sporgente dal telaio del dispositivo (probabilmente in legno) filata gli ingranaggi, che svolge l'mani sui quadranti - permettendo all'utente di prevedere con precisione eclissi e il passaggio di corpi celesti attraverso il cielo. “Niente come sofisticato, o anche vicino, appare di nuovo per più di mille anni”, scrive Jo Marchant per Smithsonian.

Le scansioni hanno anche scoperto una scritta, ha rivelato nel 2016 per essere una sorta di un'etichetta esplicativa per il dispositivo, Sarah Kaplan riportato per il Washington Post. E 'inclusa una discussione dei colori delle eclissi - dettagli utilizzate al momento nel fare previsioni astrologiche. Ma i ricercatori non sanno per certo scopo del dispositivo, o che ha usato - e che probabilmente non lo farà mai. Eppure, sono una speranza che il recupero più frammenti dal antico naufragio potrebbe aiutare a rispondere ad alcune delle domande persistenti circa il meccanismo di Antikythera.

Correzione: Una versione precedente della storia identificato Valerios Stais come la persona che ha scoperto il meccanismo di Antikythera. E 'stato infatti il ​​cugino Spirydon Stais. La storia è stato anche aggiornato per includere una discussione sulla data corretta anniversario.