David Bowie ha predetto correttamente il futuro di Internet 16 anni fa

Tutti sanno David Bowie come un pioniere della moda e un visionario musicale, ma l'uomo alternativamente conosciuto come il Thin White Duke / Ziggy Stardust / Jareth il Re dei Goblin è stato anche un pioniere tecnologico. Nel 1994, Bowie ha pubblicato un CD ROM accanto alla sua pista "Salto, si dice," che cerchiamo compratori fanno il proprio video musicale di accompagnamento, e 'stato uno dei primi grandi artisti per mettere una nuova canzone - 1996 di "Dicendo bugie" - esclusivamente su internet, vendendo 300.000 copie nel processo. Ci ha anche aiutato i New York Yankees fare il suo primo sito web, ma Bowie non si è fermata lì.

Nel 1998, ha annunciato la creazione del proprio provider di servizi Internet, un servizio che ha dato agli utenti l'accesso a Internet e l'ingresso ad un vasto tesoro di sue foto, video e canzoni, così come la promessa di uno sguardo esclusivo a suo materiale e web imminenti chat ospitato dallo stesso artista. BowieNet, come veniva chiamato, costa $ 19,95 al mese e sembra preveggente oggi. Ha dato agli utenti 5 megabyte di spazio per creare i propri siti personali, e inserito musicali e video plug-in per le pagine web regolari, creando quello che Il guardiano descrive come "a tutti gli effetti un social network music-centric," anni prima della nascita di MySpace e Facebook.

BowieNet è venuto in un momento in cui Internet era solo lentamente la transizione dalla curiosità a parte integrante dell'esistenza umana, ma è chiaro Bowie ha visto questo cambiamento a venire. Questo è meglio illustrato in un'intervista ha condotto con Jeremy Paxman - una figura famosa nel Regno Unito per le sue interviste politiche Rottweiler-esque - sulla tecnologia, e ciò che ha significato per il futuro dei media e il rapporto tra creatore e ventilatore. In una clip del colloquio cura di FACT Magazine, Paxman sogghigna al web, definendolo "solo uno strumento," e "sistema di consegna diverso," ma Bowie interviene. "Non sono d'accordo," lui dice.

"Ciò che Internet sta per fare per la società è inimmaginabile."

"Siamo sulla cuspide di qualcosa di esilarante e terrificante," racconta una Paxman accigliato. "Il contesto attuale e lo stato dei contenuti sta per essere così diverso da qualsiasi cosa possiamo immaginare in questo momento - l'interazione tra l'utente e il provider sarà così nel simpatico sta andando a schiacciare le nostre idee di ciò che i mezzi sono tutti circa." In particolare, egli dice le barriere tra creatore e pubblico saranno ulteriormente eroso, predire l'ascesa di servizi come Twitter e Instagram che ci danno le finestre nella vita dei nostri idoli. "Abbraccio l'idea c'è un processo di demistificazione in corso tra l'artista e il pubblico," egli dice, descrivendo Internet come "un potere comunale" che stava aiutando i media diventano sempre di più il pubblico e meno di monolitici artisti dell'epoca definiscono come i Beatles.

Egli dice che Internet, piuttosto che la musica rock, stava diventando il trasportatore di ribellione nella società. Se è nato in seguito, Bowie dice che non sarebbe stato un musicista a tutti perché la contro-cultura inerente la musica nel 1970 aveva a lungo scomparso, con la musica nel fine degli anni '90 "un'opportunità di carriera." Il web, invece, è stata la nuova frontiera selvaggia, una tecnologia che rompere le barriere e cambiare contesto nel modo gli esseri umani di comunicare e crescere. "Non credo che abbiamo anche visto la punta di un iceberg," Bowie dice come il suo intervistatore non è in grado di immaginare il futuro che stiamo già vivendo in, a soli 15 anni dopo. "Ciò che Internet sta per fare per la società, nel bene e nel male, è inimmaginabile."